Parte l’Anno Accademico 2019/2020 dell’Accademia Internazionale ‘Incontri con il Maestro’ di Imola

Nel mese di settembre, dopo la pausa estiva, l’Accademia ‘Incontri col Maestro’ riapre l’attività con un anno accademico tutto speciale, dedicato anche all’avvio dei corsi equipollenti alle Lauree Universitarie.

Da metà settembre fino a fine ottobre, l’Accademia sarà impegnata nelle severe sessioni di esami, in cui i maestri esaminano sia il livello di preparazione degli allievi interni, sia le candidature per le nuove ammissioni ai corsi tradizionali di Pianoforte, Violino, Violoncello, Quartetto d’Archi, Musica da Camera, Analisi e Composizione e ai corsi universitari equipollenti, in ciascuno degli indirizzi dei corsi attivi.
Le lauree equipollenti, Triennale in Discipline delle Arti figurative, della musica, dello spettacolo e della moda, e Magistrale in Musicologia e Beni musicali, sono invece articolate in 8 diversi indirizzi: Pianoforte, Flauto, Viola, Violino, Violoncello, Chitarra, Musica da camera e composizione, come da art.1 del Decreto 177 del 1/03/2019 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Un corso particolare è dedicato alla Direzione d’Orchestra.

“Dopo 30 anni di esami – commenta Franco Scala,  Fondatore e Direttore dell’Accademia  – entrare in commissione quest’anno mi dà un’emozione diversa perché con il riconoscimento dell’equipollenza qualcosa è indubbiamente cambiato. Con il nuovo piano di studi legato alle lauree equipollenti certamente è accresciuto il senso di responsabilità anche di fronte allo Stato Italiano oltre che, come sempre, nei confronti degli allievi. Sono quindi entusiasta di iniziare questo nuovo Anno Accademico e do il benvenuto ai nuovi maestri e ai nuovi allievi che hanno ora davanti a sè inedite prospettive per la propria formazione musicale e per lo sviluppo della propria carriera professionale”.

Tra gli indispensabili requisiti d’accesso, prima di tutto c’è il talento. L’Accademia di Imola ha la sua specificità nell’alta selezione degli allievi oltre che nella qualità dei maestri, il cui elenco, quest’anno, sarà arricchito con “new entry” rappresentate da  personalità che spiccano nel panorama della didattica mondiale: primo tra tutti il docente di violino Zakhar Bron.
Per l’iscrizione ai corsi equipollenti alla Laurea di primo ciclo L-3 sarà necessario essere in possesso del Diploma di Scuola Superiore; per la laurea di secondo ciclo LM-45 sarà necessario il diploma accademico di primo livello o titolo equipollente.  Rimarranno comunque attivi i corsi tradizionali di formazione e perfezionamento, dedicati ai più giovani fino ai 19 anni.

Gli allievi che frequentano l’Accademia provengono da tutto il mondo. Nello specifico, i giovani che sono ora impegnati negli esami giungono da Italia, Olanda, Portogallo, Cina, Messico, Slovenia, Francia, Ucraina, Russia, Grecia, Spagna, Corea del Sud e Giappone. Alcuni di loro hanno trovato ospitalità in residenze convenzionate, mentre la maggior parte alloggia negli alberghi della città.

Il 2019 è stato un anno di grandi risultati per l’Accademia di Imola che, oltre al riconoscimento dell’equipollenza dei propri titoli di studio da parte dello Stato Italiano, ha visto l’avvio della partnership con il Dipartimento di Musicologia dell’Università di Princeton e la collaborazione con la MSY Orchestra di Portland che ha portato, nel mese di luglio, 85 orchestrali americani in residenza estiva al Summer Festival di Imola.
Con l’apertura delle iscrizioni al primo Anno Accademico “100% Made in Imola” con le nuove lauree equipollenti, l’Accademia è orgogliosa di essere portatrice nel mondo del più alto valore culturale, nell’ambito della formazione musicale, della Città sul Santerno.

Per avere tutte le informazioni inerenti ai corsi di Alto Perfezionamento e al Regolamento delle Lauree equipollenti è possibile consultare le sezioni dedicate sul sito dell’Accademia www.accademiapianistica.org