Violino e pianoforte dall’Accademia per un concerto in Autodromo

L’accademia Pianistica di Imola è stata felicemente sostenuta e coinvolta dal Gruppo Isaf con l’organizzazione del “Concerto di Beneficenza”, un evento musicale ospitato nell’Autodromo di Imola il cui ricavato sarà interamente devoluto al Comitato RestaurOsservanza ONLUS per i lavori di recupero del complesso conventuale dell’Osservanza di Imola.
Il progetto è stato accolto con  molto entusiasmo nell’intento dell’Accademia di aprirsi alla città in formule qualificate di esecuzioni di musica classica in eventi destinati al pubblico cittadino.
“Sono molto lieto di portare la  musica dell’Accademia all’Autodromo in un’iniziativa a beneficio della città di Imola – afferma il Maestro Franco Scala – L’Accademia Pianistica e l’Autodromo Enzo e Dino Ferrari sono due simboli di internazionalità conosciuti in tutto il mondo.  Intendo ringraziare quindi il Presidente del Gruppo Isaf , il dott. Uberto Selvatico Estense, per aver con coraggio creduto nell’importanza della musica classica come veicolo di valore; una sinergia di intenti per una causa di beneficienza che abbiamo anche noi a cuore come i lavori di recupero del complesso conventuale dell’Osservanza di Imola”
Per l’occasione l’Accademia desidera presentare un duo pianistico con 2 eccellenti interpreti, il maestro Oleksandr Semchuk  al violino e il maestro Alessandro Tardino al pianoforte,  che si esibiranno in un programma coinvolgente ed accattivante adatto anche ad un pubblico più ampio.
Il programma infatti prevederà l’esecuzione  della “Sonata in la maggiore n 9, op. 47” di Beethoven , dell’ “Introduzione e Rondo capriccioso, op. 28” di Saint- Saëns e della “Zingaresca, op. 20”di Sarasate.
Il maestro Oleksandr Semkuc è da 10 anni responsabile del Dipartimento d’Archi dell’Accademia Pianistica di Imola. Il violinista ucraino si è imposto all’attenzione della critica sia per il notevole spessore artistico che per le sue qualità di docente. La sua classe ad Imola conta 30 alunni provenienti da tutte le regioni d’Italia, molti dei quali si stanno distinguendo ed inserendo nell’organico delle orchestre giovanili italiane.