CONCERTO DI NATALE 2019 – JIN JU in Concerto per fortepiano e pianoforte romantico a dieci anni dal Concerto in Vaticano per Papa Benedetto XVI

23 dicembre ore 20.45

Teatro Comunale Ebe Stignani – via Verdi,1 –  Imola

 

‘La Musica, la grande Musica, distende lo Spirito, suscita sentimenti profondi e invita quasi naturalmente ad elevare la mente e il cuore a Dio in ogni situazione sia gioiosa che triste dell’esistenza umana’.
Dal discorso di Papa Benedetto XVI in occasione del Concerto in Vaticano, 17.10.2009

Sarà la pianista Jin Ju ad esibirsi per il Concerto di Natale che l’Accademia “Incontri con il Maestro”, in collaborazione con il Comune di Imola, offre alla cittadinanza lunedì 23 dicembre al Teatro Stignani.
Il concerto per fortepiano e pianoforte romantico vuole essere un omaggio, a distanza di 10 anni, del Concerto in Vaticano in onore di S.S. Papa Benedetto XVI alla Sala Nervi di Roma, e verrà dedicato a S.E. Mons. Giovanni Mosciatti, nuovo Vescovo e pastore della città di Imola, appassionato conoscitore dell’arte della musica.

Jin Ju, docente dell’Accademia di Imola da oltre 10 anni, eseguirà musiche di Bach, Mozart, Czerny, Beethoven, Chopin e Liszt su sette  pianoforti e pianoforti romantici originali gentilmente concessi dalla Fondazione Cassa di Risparmio in Bologna, dall’Accademia Bartolomeo Cristofori di Firenze e dalla Casa Musicale di Luciano del Rio. Suonare uno strumento originale d’epoca richiede  grandi competenze tecniche e personali come la capacità di adattare lo spartito scritto in quel periodo storico alla voce dello strumento stesso proprio poiché il pianoforte, nei trecento anni della sua vita, ha preso diverse forme e cambiato tante voci. 

L’evento, che si terrà lunedì 23 dicembre alle ore 20.45 al Comunale Teatro Ebe Stignani di Imola, sarà anche la serata conclusiva del cartellone  imolese degli eventi artistici del Progetto Speciale CHIGIMOLA 2019 realizzato in collaborazione con l’Accademia Musicale Chigiana di Siena.

 

NOTA SUGLI STRUMENTI

 Il pianoforte, o “fortepiano”, come viene convenzionalmente chiamato fino ai primi decenni dell’800, nella fase iniziale della sua storia e della sua evoluzione, conosce una grande varietà di caratteristiche costruttive e sonore prima di arrivare all’omogeneità e alla standardizzazione dei giorni nostri.
Queste diversità, dovute alla continua sperimentazione in corso tra i numerosissimi costruttori del tempo a Vienna, Parigi e Londra, portarono come conseguenza la preferenza dei compositori e degli esecutori per l’uno o per l’altro tipo di strumento,  facendo sì che spesso i loro nomi fossero associati ad un marchio in maniera indissolubile. Haydn e Mozart si legarono ad esempio a Schantz, celebre famiglia di costruttori viennesi a cavallo tra il ‘700 e l’800,  Beethoven preferiva il timbro del Conrad Graf, Liszt e Chopin scelsero Erard e  Pleyel.
Il Concerto di Natale del 23 dicembre propone a Imola un affascinante percorso alla scoperta di suoni diversi di strumenti che coprono quasi interamente lo sviluppo del pianoforte. Partendo dal piccolo e intimo square-piano Wood Small arriveremo al sontuoso Steinway&Sons in grado di riempire spazi immensi con il suo suono ricco e potente, restituendo con la sua duttilità e versatilità dinamica vita, colore e anima ai grandi capolavori dei maestri di tutti i tempi.
Quest’ultimo fu costruito a New York nel 1877 e rappresenta un Art Case particolarmente raro: tra i molti brevetti troviamo infatti per la prima volta la presenza della ‘scala duplex con cunei mobili’ che permette di arricchire il suono di armonici conferendo “inconfondibile espressione e meravigliosa creatività” che diversamente non si potrebbero ottenere.
Tra gli altri avremo il piacere di ascoltare il colore e la sonorità tipica del pianoforte storico francese con il Pianoforte a coda Erard. Questo strumento, realizzato con legno di palissandro con dettagli in lamina di oro zecchino, è un pezzo unico al mondo realizzato per l’Esposizione Universale di Parigi del 1867.

 

L’ingresso è previo ritiro obbligatorio dell’INVITO presso l’Accademia “Incontri con il Maestro” (Rocca Sforzesca, entrata laterale, Piazzale Giovanni dalle Bande Nere 12) dal lunedì al giovedì ore 9:00-19:00, il venerdì ore 9:00-17:00
L’intera Stagione è dedicata all’Osservanza: contestualmente al ritiro dell’invito sarà possibile donare un’offerta libera destinata al recupero del Complesso Conventuale. Info: 392 0989076, restaurosservanza@gmail.com